FEMINA RIDENS KALENDA MAYA 2022 - Sperimentale, Folk

KALENDA MAYA precedente precedente

Otto brani che riescono a creare anelli di congiunzione fra medioevo ed epoca presente. Femina Ridens vince una scommessa non banale in questo nuovo album di inediti.

Nuovo capitolo discografico per il progetto Femina Ridens, che trova propulsione creativa dalla mente di Francesca Messina in collaborazione con Massimiliano Lo Sardo: è tempo di terzo disco di inediti, e dallo studio di registrazione emerge “Kalenda Maya”, pubblicato nel pieno della primavera per la label RadiciMusic Records.

Otto tracce le cui coordinate storico-geografiche affondano nelle radici della storia, in quel respiro di medioevo che coincide con un'accurata ricerca tanto sonora quanto linguistica. Si trae ispirazione da manoscritti secolari, per un'esperienza d'ascolto dove occitano, italiano volgare, lingua d’oil, galiziano-portoghese e latino incontrano strumentazioni acustiche caratterizzanti. Ne risulta un viaggio che vede i timpani salire in una macchina del tempo immaginifica, per fascinazioni che resistono all'ingeneroso incedere del tempo. Edificare un impianto artistico di questo tipo è un impegno non da poco, e Femina Ridens riesce nell'intento di incuriosire e trattenere la curiosità degli ascoltatori svincolandosi dal rischio dello skip istantaneo indotto dalle tendenze musicali di questo decennio.

Dalla Toscana arriva un assaggio di musica colta che di certo non tiene troppo in considerazione categorizzazioni e titoli onorifici: “Kalenda Maya” è il terzo passo di un percorso che ci auguriamo possa continuare a svilupparsi con coerenza e prosperità. Resteremo piacevolmente in attesa del prossimo giro nella storia, oppure ovunque voglia trascinarsi Femina Ridens.

---
La recensione KALENDA MAYA di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2022-05-13 00:00:00

COMMENTI (2)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO