27/04/2009

Come cuocere un uovo nel suo guscio. Senza contatti con l'esterno, tiepido, morbido, concentrato. Quando parte "Fluido 70" il cielo seppur variabile diventa grigio, con nembi in movimento, pioggia sottilissima. Vene post rock ben visibili su una pelle chiara e d'acquerello, giusta suggestione di note con aperture dolci, è la veduta da una finestra, è i colori sbiaditi di una polaroid. E' un brano strumentale, ed è la giusta dimensione per i Baffodoro, perché quando compare la voce, qualcosa cambia. In "Vedder" linee melodiche che affatto legano col tappeto sonoro, quasi buttate via, e "Neve" è un tentativo urlato, poco riuscito. Questo ep rimane comunque un gradevole sottofondo mentre scorrono immagini in bianco e nero in tv, che sia o meno inverno. Meglio se inverno.

---
La recensione Baffodoro - Recensione - Neve ep di margherita g. di fiore è apparsa su Rockit.it il 18/07/2019

Tracklist

00:00
 
00:00

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati