I Sant’Antonio Stuntmen nascono a settembre 2003 nelle sperdute campagne cementificate dell’alta padovana. Dopo un breve assetto in sala prove i quattro cominciano la loro esperienza live nei locali della zona, dapprima come supporto ad altre band “amiche”, trovando ben presto una critica favorevole al loro lavoro. Registano così un promo, chiamato appunto “Promodoro”, difatto mai distribuito. Grazie a band come “Mr Bizarro, Kelvin ed iMelt, cominciano a farsi conoscere anche oltre provincia grazie ad i loro numerosi live mascherati. Nel 2006 registrano al “White romm Studio” il loro album d’esordio “Into the Aorta”, ricevendo immediatamente recensioni più che ottime dalla stampa specializzata. Un loro brano viene inserito nella compilation “Sweet Teddy ritorna a casa” della Sweet Teddy Rec. Di Pesaro. Successivamente vengono contattati dalla DBDC Label di Nancy (FRA) e dalla Curch of Noise di Berlino (GER) da dove nasce una seria collaborazione che li porta a suonare all’estero. Successivamente collaborano con l’associazione Sporco Impossibile di Roma e registrano il video di “Elvis” con la regia di Daniele Babbo, finché nel 2008 firmano con “Black Nutria Independent Label” che rimasterizza l’album “Into the Aorta” e lo distribuisce sia in via telematica che fisica (Audioglobe). Dopo un intenso periodo live e una ottima promozione del disco, i Sant’Antonio interrompono ogni attività dovuta all’abbandono del loro cantante chitarrista Zano. Dopo una fase di riassestamento, i Sant’Antonio ritornano in scena con un nuovo elemento, il piroettante Silva (già Radio Riot Right Now!, Key Movement, Miss Chain…) Ricominciano così a fine 2010 i live con una nuova energia e nuovi pezzi, fino all’ingresso in studio a febbraio ’11 per un nuovo promettente album. Album in uscita a giugno 2012 intitolato "Guardingo", registrato ad Agua Dulce (Mex) dall'idolo messicano Ignacio De La Cueva
Vedi allegato in Sala stampa per bio completa e contatti