Leggi la recensione

Descrizione a cura della band

͞Scogli di Zinco͟, è un progetto che nasce nelle campagne dell'entroterra Maceratese con l'intento di fondere sonorità"classiche" (come quelle di ottoni e fiati ) ad influenze shoegaze e post-rock. La raccolta degli EP usciti tra il 2016 e 2017: “Affiorano veloci e lenti come i ricordi͟e “Dai meriggi ai fondali͟ definisce il primo disco omonimo della band con data di uscita prevista per Gennaio 2018. La tracklist viene divisa in due parti distinte ognuna delle quali caratterizzata da un brano inedito in chiusura. La tematica che emerge dall’intero lavoro arricchita dalle sonorità dei due brani inediti, conferma quella dei precedenti EP: la necessità di evasione, rintracciabile in ricordi ed avvenimenti passati o cercata in prima persona dentro o al di fuori della quotidianità, in luoghi lontani e dominati da paesaggi naturalizzati. Nonostante ogni brano si presenti come una storia a sé, è presente un filo conduttore che delinea l’intento di condurre l’ascoltatore verso uno spazio incontaminato, sia esso condizione mentale, fisica o entrambe.

Credits

Matteo Palmieri: basso, synth, voci
Tomas Macedoni: chitarre, clarinetto
Marco Rapaccini: corno francese, flicorno
Leonardo Roccetti: batteria, percussioni

Musiche: Scogli di Zinco
Testi: Matteo Palmieri

Registrato da Leonardo Roccetti presso Sibilla Records Studio (Treia, MC)
Masterizzato da Jo Ferliga presso Tapewave Studio (Brescia)
Ufficio stampa: VolumeUp

Foto: Matteo Palmieri
Grafica: Elisa Bianchi

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati