Sputi Sui Muri - Vecchiaia imminente testo lyric

TESTO

Le foglie che cadono non son più verdi
ma sono ormai marroni
I ciottoli mal cementati son poco sicuri
fan male ai pedoni
La luna biancastra da dietro alle nuvole
non brilla già da un po'
Le luminarie sulle finestre
mi mettono tristezza son vecchio e lo so

Son vecchio e lo so
Son vecchio e lo so

Oggi sono andato a trovare il mio amico Luigi
ma non mi ha parlato
La vedo dura
sono tre anni che al cimitero è sotterrato
Lungo la strada bambini che giocano a palla
fan tanto rumore
Aspetto le 5 e se sono lì ancora
io scendo e gli buco il pallone

Son vecchio e lo so
Son vecchio e lo so

Mi sveglio al mattino, scendo in giardino
passeggio un pochetto nel prato
Dei senzatetto, dietro al
cassonetto, lamentano puzza di morto
Ogni mattino c'è sempre un gattino
forse senza padrone
lotta con gli altri, un casino da matti
cerca cibo dentro il bidone

Son vecchio e lo so
Son vecchio e lo so
Vecchio e lo so

C'ho sessant'anni, pieno malanni
dolori spino-lombari
Sedersi al divano, mi serve una mano,
mi aiutano un poco i miei cari
Che per "miei cari" intendo mia moglie
non ho figli, non ho nipoti
Con la pensione sarei un riccone
ma mancano ancora otto anni

Son vecchio e lo so
Son vecchio e lo so

CREDITS

R. Casali - I. Locatelli - M. Locatelli - M. Spiezia

PLAYER

Premi play per ascoltare il brano Vecchiaia imminente di Sputi Sui Muri:

ALBUM E INFORMAZIONI

La canzone Vecchiaia imminente si trova nell'album No, Grazie uscito nel 2020.

Copertina dell'album No, Grazie, di Sputi Sui Muri

---
L'articolo Sputi Sui Muri - Vecchiaia imminente testo lyric di Sputi Sui Muri è apparso su Rockit.it il 2020-04-08 02:06:51

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia