fuzz'n'furious live granit band !! ! ! !

Tremate tremate.. ..i CANI son tornati!! Dopo un 1 anno lontano dalle scene, impiegato in parte nella realizzazione del nuovo album, ritornano gli UNDERDOGS, potente e versatile trio marchiato "desert rock" che già si era fatto apprezzare in tutta Italia (e non solo..) dal 2005 ad oggi grazie a live intensi e granitici come pochi altri sanno fare, e che li ha visti spalla di band internazionali del calibro di Nebula, Josiah, Colour Haze, OJM, The Answer, Brant Bjork.. ..oltre che headliner di eventi e festival rock tematici come Pietra Sonica, Rock&Doc, Sweet Leaf Music Fest, MAXIMUM FESTIVAL.. ..e la partecipazione alle compilation sulla scena stoner italiana "The heavy psych italian sounds" e "Desert Sound" (promossa da perkele.it , portale di riferimento per gli amanti del genere). Finalmente stà per essere dato alle stampe il nuovo REVOLUTION LOVE, seguito ufficiale del fortunato esordio "Ready to burn" (GoDown Records 2007), a cui era seguito "Dogs Without Plugs", riuscitissimo E.p. di 7 tracce totalmente unplugged autoprodotto e distribuito gratuitamente per in fan in free download. REVOLUTION LOVE è un disco intenso e variegato, che pur mantenendo l'amore per lo stoner kyussiano degli esordi inserisce nuovi spunti melodici di derivazione grunge e alcune ritmiche "speedy" rubate al punk e al noise (tanto caro ai 'dogs da tempi non sospetti..), brani molto più "underdogsiani".. ..senza lasciare a bocca asciutta gli amanti del FUZZ, ancora presente a tonnellate!! Nuovo disco e nuova line-up (alla batteria Alberto "TREVI" Trevisan, nuovo rullo compressore), gli UNDERDOGS sono pronti in pista per ripartire furiosi, bruciarvi in partenza, farvi assaggiare nuova polvere!! RECENSIONI PASSATE: "..prendono le mosse dal poderoso suono kyussiano.. ..ritmi e riff dallo spazio profondo a tratti incredibilmente duri ma anche delicatamente melodici ..in Italia c'è una bella scena fibrillante di nuove energie e UNDERDOGS è una di queste." Claudio Sorge - RUMORE #191 (12/2007) "Stoner trio veneziano ultra slow fuzz.. ..Debutto cupo e possente,i BlackSabbath sono la guida, il deserto dei Kyuss la ragione d'esistere.." - CLASSIX #15 (12/2007) "..Il loro stoner presenta moltissime parti desertiche, molta psichedelia, voce ubriaca e appesa a una corda, riff pieni di fango e polvere, onde fluttuanti di Melvins invadono l'ascoltatore che si lascia cullare da un suono fuzzy e assolutamente alla cartavetra.." - Dante Natale su NerdsAttack (webzine) "..attitudine sporca e cattiva,psichedelia deviata e deviante, un wall-of-sound possente e compatto che trova i suoi riferimenti in Kyuss, Nebula, Blue Cheer e certi Black Sabbath più fumati.. ..la piccola ma attivissima Go Down Records sa scegliere con attenzione i cavalli di razza da inserire nella sua scuderia.." – A.Moschioni su ROCK-IMPRESSIONS (webzine)