Leggi la recensione

Descrizione a cura della band

Abdita
(dal latino: nascosta, remota, misteriosa, segreta, occulta)

Il sud scioglie le interazioni tra gli uomini, il sud scioglie il tempo e al tramonto scioglie tutto.
Il sole fa che il tempo rallenti, che il lavoro sia focalizzato su una dimensione più appropriata all’essere umano e che la natura abbia il vestito migliore: sempre.

La contemplazione della vita diventa l’otium perfetto: l’amore, la natura, il tempo (la danza, la musica e il ritmo della vita).

Abdita parla di un viaggio verso il sud.
Non c’è un punto geografico preciso, c’è un’idea di sud.
Questo viaggio porta ad incontrare popoli, paesaggi e musica che accolgono, mettono in pericolo, iniziano a nuovi stili di vita.

Credits

Registrato e mixato da Maurizio Baggio presso La Distilleria, Bassano Del Grappa (VI).
Prodotto da Maurizio Baggio e Nicola Stefanato.

Tutte le canzoni sono di Nicola Stefanato.

Masterizzato da Collin Jordan, presso The Boiler Room, Chicago IL.

Artwork: Fredparkraat.

Universal Sex Arena è composta da:
Edoardo Pellizzari: batterie / assistente alla registrazione
Giovanni Beghetto: percussioni
Paolo Narduzzo: basso
Alessandro Mercanzin: chitarra, tres
Enrico Levorato: chitarra, project mgmt
Nicola Stefanato: voce, chitarra, synth

Musicisti ospiti:
Luca Ferrari (Verdena), per gentile concessione di Universal Music Italy: batteria sulle tracce 2, 3, 4.

Elisa De Munari, (Elli De Mon): sitar sulla traccia 7, contrabbasso sulla traccia 4.
Maurizio Baggio: cori sulla traccia 9, tres sulla traccia 1.
Alberto Piccolo: assolo di chitarra classica sulla traccia 12.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati