groove vibe groove

I Vertical sono una band strumentale che, in 10 anni di attività, si è esibita in oltre 500 concerti in tutta Italia e all’estero.
I primi successi arrivano nell’estate del 1999 e nel 2000 quando vincono prima il rock contest Zanza e poi il Cramps Music Contest sostenuto dalla storica etichetta omonima.
Nel 2001 musicano una rassegna (Il suono del Silenzio) di film muti pornografici anni ‘20 al Teatro Busnelli di Dueville (Vi).
Nel 2002 suonano come support band di "The James Taylor Quartet", storico gruppo inglese acid-jazz che ricontatta i Vertical nel Novembre 2003 e nell’Aprile 2005 per i concerti alla Gabbia di Bassano.
Sempre nel 2002 sono finalisti ad Arezzo Wave e si aggiudicano il primo premio Ferrock, aprendo il concerto dei Sud Sound System.
Il 2004 ha regalato loro la festa dell’Unita’ di Forli’ dove hanno diviso il palco con Umberto Palazzo e il Santo Niente. Durante l’anno partecipano a diversi festival indipendenti assieme a band come Almamegretta, Daniele Sepe, Rosolina Mar, One Dimensional Man, East Rodeo, O.G.M, WoraWoraWashington, SuperElasticBubblePlastic.
Nel 2005 i Vertical vincono il premio promosso dalla Toast Records “Miglior proposta strumentale italiana” al M.E.I. di Faenza (meeting delle etichette indipendenti).
Ancora nel 2005 pubblicano il primo omonimo album in collaborazione con Cramps Records, e suonano come support band di James Brown nelle date in nord Italia (Genova, Treviso, Vicenza) del tour “Godfather of Soul”.
Nel 2006 sono resident band nel villaggio olimpico di Baordonecchia, all’interno della rassegna musicale delle olimpiadi di Torino, successivamente partono per una tournè nel sud della Germania.
Nel 2007 sono fra i dieci finalisti dello Sziget Contest.
I Vertical hanno suonato all’interno del programma di VicenzaJazz nel 2005, 2009 e 2012.
Dopo un anno durante il quale ogni componente si è dedicato ad altri progetti musicali portando nuova linfa vitale al progetto e inserendo nuovi componenti nella band, nel 2012 pubblicano il loro secondo album di inediti, Black Palm, registrato in diversi studi del vicentino, mixato da Davide Venco al Britannia Row Studio di Londra e masterizzato da Alan Douches al WWSM di New York.