Leggi la recensione Video in questo album (3)

Descrizione a cura della band

"La fine delle comunicazioni", in uscita il 1 luglio 2016, è il primo album dei VIDRA.
Il disco è stato prodotto da Gabriele Loria di Rupa Rupa Records (www.ruparuparecords.com) ed è stato anticipato dai videoclip "La fine delle comunicazioni" e "Trimotore Idrovolante", che vede la partecipazione di Amedeo Minghi.

L’album, composto da 11 brani, è un viaggio tra il cantautorato tradizionale italiano e il synthpop visionario di matrice ‘80 / ‘90.

"Il segnale radio", brano d’apertura dall’atmosfera techno-dance, è ispirato a "Moonrise Kingdom" di Wes Anderson: l’ascoltatore, come una giovane marmotta, viene invitato a svegliare i sensi per l’inizio dell’avventura. La title-track racconta la fine d’una storia d’amore con la metafora di una missione spaziale: “Maledetto tu sia, Yuri Gagarin, per avermi lasciato solo in mezzo al pianeta / Ripensando al giorno in cui le nostre mani fecero l’amore, notifico con calma indefinibile la fine delle comunicazioni”. "Titanio" è un brano rock-wave con modulazioni progressive, cantato in collaborazione con Nazario “Raza” Bizzoco del duo Tough Tone. "Cosa nasconde nasconde il cielo?" è un manifesto ateo scritto da Alessandro Orlando Graziano, autore dell’ultimo singolo sanremese di Antonella Ruggiero. Trimotore Idrovolante è una rielaborazione di un brano di Gaio Chiocchio e Amedeo Minghi, originariamente contenuto nel disco "Cuori di pace" del 1986. "Nelle pause" è una canzone intimista con contaminazioni j-pop. "Emme da Berlino", terzo singolo estratto, racconta di un innamorato che scopre la sua libertà nella capitale tedesca ai tempi del Muro. "Rossetto e cioccolato" è un omaggio ad Ornella Vanoni con finale in stile jazzy. Pauline è un esperimento r&b che narra la storia di una lolita degli anni Cinquanta. "Cumuli di te" è una canzone d’amore pulp con sonorità retrò-80. "Aprile passa in fretta" è una ballata romantica che si sviluppa in una suite elettro-rock. Filo rosso tra le canzoni le melodie classicheggianti e il timbro caldo e misterioso della viola.

Credits

Antonella "Giga" Gigantino - voce
Francesco "Frencio" Fecondo - voce, keytar KX5, Fender Mustang Midi, synth Siel Cruise, Kawai Spectra, campionamenti, programmazione tastiere e batterie elettroniche
Michela Coppola - viola
Davide Emanuele Zinna - chitarre elettriche e programmazioni elettroniche

Gerardo Coppola - chitarre elettriche, basso elettrico, EVM synth bassline, programmazione tastiere e batterie elettroniche
Gabriele Loria - programmazione tastiere e batterie elettroniche, space echo
Alessandro Orlando Graziano - voce in "Pauline"*
Nazario "Raza" Bizzoco - voce in "Titanio"
Peppino De Florio - chitarra elettrica in "Emme da Berlino"
Raffaele "Raffaman" Cassese - sax tenore in "Rossetto e cioccolato"
Cesare Savastano - chitarra elettrica in "Aprile passa in fretta"

*Registrata da Davide Alivernini presso l'Echo Studio di Roma

Arrangiamenti e pre-produzione: Gerardo Coppola, Michela Coppola, Francesco "Frencio" Fecondo
Produzione, mix e mastering: Gabriele Loria @ Rupa Rupa Records
Produttore esecutivo: Gabriele Loria per Rupa Rupa Records

Fotografie: Daniela Yukiko Magliulo
Progetto grafico: Raza Design
Il logo VIDRA è di Layout42

Ufficio stampa: www.lunatik.it
Sito ufficiale: www.vidraofficial.com

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati