Leggi la recensione Video in questo album (2)

Descrizione

YELLOW MOOR

Il primo disco degli YELLOW MOOR esce il 21 marzo con etichetta Prismopaco Records
Il disco "Yellow Moor" (landa gialla) è ispirato al “luogo” dove Andrea e Sy hanno ideato, composto e scritto i dieci brani di questo lavoro. Nell’arco di tre anni tra la città e gli spazi aperti delle lande del Ticino, nascono le idee e i testi per la realizzazione dei pezzi. Nel 2011, con una solida pre-produzione, entrano agli Studi Sotto il Mare di Verona per le registrazioni di cinque brani live su nastro dove era necessario un solido “Wall of Sound” avvalendosi della preziosa collaborazione del sound engineer Luca Tacconi e degli altri musicisti (Francesco e Guglielmo Cappiotti, Simone Marchioretti e Philip Romano). I restanti pezzi sono stati creati e mixati nella loro sede, lo Yellow Moor Recording Studio. Per il mastering il disco è “volato” negli Stati Uniti, affidato allo studio di Carl Saff. La cover viene realizzata dall’illustratore Alberto Corradi.

"Esiste un deserto dentro ognuno di noi, un luogo visibile solo a occhi chiusi, che riprende vita ogni volta che la musica lo attraversa per giungere sino alla porte della nostra coscienza. E' proprio da lì che vengono le canzoni degli Yellow Moor, appunti di vita quotidiana strappati al silenzio dei sentimenti o al rumore sordo dell'indifferenza. Questo nuovo progetto nasce dall'esigenza di riappropriarsi di un'infinità di suggestioni che nascono dal blues e da certo nuovo folk americano, per plasmare un mondo sonoro in cui far convivere Nick Cave, Howe Gelb, Jack White, filtrando il tutto con una sensibilità assolutamente originale, unica nel suo genere. I dieci brani dell'album d'esordio degli Yellow Moor, scritti e cantati da Andrea Viti insieme a Silvia Alfei, voce lunare e altra metà della "Landa Gialla", sono lo scenario dal quale emergono storie di ordinaria follia come "They Have Come", spietato resoconto di un dramma familiare o ballads illuminate dallo scintillante crepuscolo dei sogni, di cui "Across this night" e "Out of the City" sono esempio brillante. Quello degli Yellow Moor è un viaggio appassionante, attraverso emozioni senza padrone, libere come la musica che arriva dritta al cuore. Due anime, sei musicisti e un pugno di canzoni stupende. Il nuovo rock italiano ricomincia da qui".
(Davide Catinari - DORIAN GRAY)

Credits

YELLOW MOOR
All songs are written, composed and produced by Andrea Viti & Sy Alfei
All arrangement by Yellow Moor except tracks 2-4-7-9 arranged by Andrea Viti & Silvia Alfei
Preproduction by Andrea Viti & Sy Alfei at Yellow Moor Recording Studio, (MI) and full band at Verona Academy Guitar, San Massimo (VR), August 2011.
Recorded during september 2011 by Luca Tacconi & assistant Moreno Benassuti at Sotto il mare Recording Studio, Povegliano (VR) and during 2012 by Andrea Viti & Sy at Yellow Moor Recording Studio, (MI).
Mastered by Carl Saff, Chicago (USA)
Executive production by Andrea Viti & Sy Alfei with precious help of:
Luca Tacconi, Francesco Cappiotti, Simone Marchioretti, Philip Romano, Guglielmo Cappiotti

Press agency/booking/management
ASTARTE

Label
PRISMOPACO RECORDS

Photos
Alice Demontis

Graphic design & illustrations
Alberto Corradi

YELLOW MOOR
Andrea Viti: Lead & backing vocals, acoustic/electric/four & twelve strings bass, electric & acoustic guitar,
electric piano, organ, drums & percussions
Sy Alfei: Lead & backing vocals
Francesco Cappiotti: Acoustic, electric, baritone & treated guitar, harp
Philip Romano: Rhythm & lead electric guitar
Simone Marchioretti: Drums & percussions
Guglielmo Cappiotti: Electric piano, organ

TRACKLIST
1. Castle burned
2. They have come
3. Covering things
4. Inside a kiss
5. Across this night
6. Seven Lizards
7. Ghost
8. Supastar
9. Out of the city
10. Yellow flowers

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati