Il progetto di Bebawinigi è un esperimento di voci, strumenti, generi, linguaggi.

Bebawinigi è al secolo Virginia Quaranta, cantante, attrice, compositrice, polistrumentista e filmmaker italiana, tarantina di nascita e successivamente girovaga. Irrequieta e multidisciplinare, ribelle e determinata. Insofferente alla musica stantìa, in cui "non si sente l'ossigeno nell'aria", sperimentatrice pignola, amante dell'imprevedibile. Canta da quando è nata, suona la chitarra dall'età di otto anni. Compone dall'età di 12 anni. Fin dall'adolescenza suona in band punk, grunge, noise, rock alternativo. Studia in conservatorio dapprima canto. Poi scappa. In seguito violoncello. Dopo 5 anni scappa di nuovo. E' laureata in lettere moderne, diplomata in recitazione presso un'accademia teatrale e in fotografia cinematografica presso un'accademia di cinema. Da qualche anno è approdata nella città di Roma ed ha stretto collaborazioni musicali, teatrali e cinematografiche con svariati artisti. Dopo un lungo periodo di degenza forzata che la costringe in un letto, decide finalmente di far uscire il suo primo album omonimo "Bebawinigi", che gira nei live ed in privato sul web tra la fine del 2015 e l'inizio del 2016 ed esce ufficialmente a metà aprile 2016. All'attivo ha due videoclip, "Cugino Itt" (regia di Fulvio Risuleo) e "Fabula" (regia di Andrea Sorini), in cantiere ci sono altri due clip. Lavora come attrice, cantante e compositrice di colonna sonora in diversi spettacoli teatrali e film. Molti i premi nazionali ed internazionali, tra cui gli ultimi due Festival di Cannes (2014-2015), il Nastro d'Argento 2015 e il premio "Miglior Colonna Sonora" al Roma Creative Contest 2015 per il corto "Varicella" di Fulvio Risuleo. Attualmente è impegnata nei live per promuovere il suo disco ma ha già in cantiere il nuovo album, che che ha intenzione di registrare in diverse location, molto singolari.