Leggi la recensione Video in questo album (1)

Descrizione a cura della band

Il Bluff è un inganno, una simulazione o un maschera, a seconda della situazione in cui ci si ritrova, lo si impara
a distinguere.
In ognuno dei brani dell’EP abbiamo raccontato e sottolineato, attraverso storie diverse, le varietà di bluff in
cui ci si ritrova quotidianamente .
Nei brani il bluff si presenta non solo come una mossa astuta o intelligente, ma anche passivamente come
una delusione o un’illusione in cui è facile cadere in trappola, ma soprattutto è crudo e spietato proprio come
lo si prova realmente nella vita di tutti i giorni.
L’Ep parla anche di LIBERTÀ: una libertà mentale, attraverso la quale si può superare ogni barriera essendo
unica per ognuno di noi e che permette di renderci interessanti e senza pregiudizi. Citando Giorgio Gaber:
“L’unica cosa di cui non ci possiamo liberare è la libertà.”
Il cambio di rotta che chiediamo è quello di iniziare a renderci conto che nella vita, come in una partita di
poker, o si gioca a carte scoperte con la massima trasparenza, oppure si impara a capire chi bluffa cercando di
prendersi gioco di noi.

Credits

Data di uscita: 16 Aprile 2015
Anticipato il 1 Aprile 2015 dal videoclip-singolo "Lady Marlene".
Registrato, mixato e master presso il PureRock Studio di Nanni Surace in Brindisi in
Settembre 2014 (www.purerock.it).
Il brano “Bugiardo” è registrato e mixato presso lo Studio Mediterraneo di
Santeramo in Colle (BA).
Tutti i brani sono registrati ed arrangiati dai Cambio di Rotta.
La batteria è registrata da Adriano De Filippis, tranne per “Bugiardo” registrata da
Fabrizio Semerano.
Nel brano “La giungla dei coatti” la seconda voce è di Camillo Pace.
Cover design di Annalisa Marzano.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati