Enrico Botti, musicista, compositore, autore di canzoni

Enrico Botti nasce a Bra (Cn) il 26/04/1981. All’età di 11 anni inizia lo studio della chitarra classica, che dura tutt’ora. Da autodidatta si avvicina al jazz e al blues. Durante i primi anni ha l’occasione di suonare con svariati gruppi locali, familiarizzando con stili e generi diversi. Nel 2002, durante un periodo lavorativo in Grecia, inizia a esibirsi anche cantando. Nel 2005 incontra Gerardo Balestrieri con il quale inizia un periodo di fitta collaborazione. Tanti i palchi calcati con “Le travailleurs de la nuit” il gruppo che accompagna il cantautore sopracitato. Nel 2010 fa parte dell’orchestra che accompagna dal vivo il tour estivo “Brachetti and friends”. In tale occasione ha la possibilità di lavorare con artisti di calibro internazionale come Arturo Brachetti stesso, Otto Wessely, I Golden Power e Kevin James. Affascinato dalla musica elettronica e dalla recitazione, inizia a lavorare aduno spettacolo teatrale con Nicolas J.Roncea, liberamente ispirato alla storia del romanzo che uscirà solo nel 2013, “Il malinteso” (Erudita editore) scritto dallo stesso Enrico Botti. Lo show risultante è di impatto, spiazzante, a tratti comico e coinvolgente, frutto di un lavoro di sperimentazione pura. Nell’ottobre del 2011 nasce l’idea del progetto solista. Nel frattempo suona come chitarrista elettrico nella formazione che accompagna Nicolas J.Roncea dal vivo, per alcune delle date di presentazione del disco Old Toys. Si esibisce anche come clarinettista con la compagnia teatrale “Il ciabotto”. Nel novembre del 2012 esce il suo primo lavoro solista. Si intitola “A trovare i miei amici” (Goat man records). É un 11 tracce dove la canzone d’autore cerca di fondersi con le numerose influenze musicali del compositore. Un album diretto, sobrio e dal sound particolare. Il video clip del singolo riscuote interesse e risulta gradevole, le recensioni sono quasi tutte positive. Alterna le date di presentazione del disco ad uno spettacolo in solo con la chitarra classica, nel quale si cimenta in arrangiamenti di alcuni brani famosi e alcune composizioni originali. Nell’estate del 2013 registra 9 brani inediti, scritti tutti nello stesso periodo, che danno vita all’idea di un disco nuovo. Quasi un concept album, che ruota intorno al blues e le varie espressioni che questo linguaggio assume nel mondo. I rimandi quindi sono al rembetiko greco, al tango argentino, al flamenco, allo swing, al bluegrass, al blues americano vero e proprio, al blues afro e al rock blues. Privacy Blues esce il 1 Aprile 2014.