Leggi la recensione

Descrizione

Il Disco “IoNonMiFidoDiQuestoMare”
Quando l'essere umano non è più  responsabile di ciò che sta accadendo, una delle metafore utili a descrivere il senso di impotenza che lo può pervadere è quella rappresentata dal  mare:  superficie che è apparenza a pelo d'acqua e, al tempo stesso, realtà che si dimostra capace di condizionare  la sfera delle emozioni, il più delle volte, senza  concedere trasparenza.   Il mare dentro e fuori, diviso da una superficie che può essere pace e delirio, che può dire tutto oppure niente, che può essere  opportunità  di navigare oppure di annegare. Decisione, dunque, di non fidarsi e rinunciare oppure di affidarsi al respiro delle onde che, a quel punto, diventano specchio del teatro dell'assurdo possibile a metà: di metamorfosi o di stasi; di desideri oltre la paura; di nuova memoria; di nuova poesia; di galleggiamento sopra il cinismo di questo mondo in cui "si inventano guerre per evitare guerre" e  nel quale si  "diffonde il male per idealizzarne  la cura.".
Insomma il mare che accompagna il silenzio o urla tempesta  e diventa scelta. Una scelta che è sempre più chiara per Fabio De Matteis che ha appena finito di registrare "IoNonMiFidoDiQuestoMare”, il suo primo lavoro discografico. (Giovanni Pirri)

Credits

Produzione Artistica: Dino Morabito
tranne Na-Yesu: Giuliano Dottori e Massimiliano Lotti

Arrangiamenti: Dino Morabito con l'occhio di Fabio De Matteis
Tranne Na-Yesu:  Giuliano Dottori e Massimiliano Lotti 
Registrato a casa di Dino Morabito; batterie e basso a Jacuzi studio
"Na yesu" registrata a Jacuzi studio da Massimiliano Lotti
Missato a jacuzi studio da Massimiliano Lotti
Masterizzato da Giovanni "Meniak" Nebbia presso Ithil World Studio, Imperia

Hanno suonato:*
Batteria: Marco Parano
Basso: Giovanni Cresseri
Chitarre: Salvatore Sese
Chitarra Acustica: Fabio De Matteis e Dino Morabito
Steel Guitar: Glauco Salvo
Piano Rhodes: Marco Mojana
Percussioni e rumori: Massimiliano Lotti e Fabio De Matteis
Programming in Fabio è salvo : Massimiliano lotti
Altre chitarre su: anche se non ci fosse più niente da fare, amami,
rimetto la maschera Massimiliano Lotti

* Tranne Na-Yesu

Giuliano Dottori : Cassa d'asina, basso, chitarra classica, chitarra elettrica, pedali.
Salvatore Sese : chitarra elettrica
Massimiliano Lotti : Chitarra elettrica, percussioni e pedali
Piano Rhodes: Marco Mojana 


Foto copertina: Danilo Giuncato
Grafica: Matteo Mastragostino

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati