Leggi la recensione Video in questo album (2)

Descrizione a cura della band

"Dinecessitavvirtù" è il primo lavoro discografico da solista del cantautore Francesco Vannini, in uscita il 4 marzo su iTunes e su tutti gli store digitali. L’Ep rappresenta il manifesto musicale dell’artista siciliano: “racconta dell'arte di arrangiarsi e del bisogno di lanciarsi nella propria vita con il poco che si possiede. Procede per immagini strane, a volte divertenti, a volte grottesche, ma riconoscibili a tutti con uno stile musicale che richiama suggestioni messicane e cubane”, spiega Vannini.

"Dinecessitavvirtù" è composto da cinque brani tra cui "Soltanto una canzone" (quarta traccia), che racconta “un amore mai esistito, ma vividamente immaginato. Una storia in equilibrio tra incontri mai avvenuti e la speranza che un giorno possano avvenire”. Oppure il brano che chiude l’Ep, "Un uomo qualunque", dedicato a Giorgio Perlasca (si distinse durante la seconda guerra mondiale per aver salvato la vita di oltre cinquemila ebrei ungheresi strappandoli alla deportazione nazista e all'Olocausto),“con il un incedere irregolare, quasi zoppicante e irrisolto come scosso dagli argomenti di cui parla: la guerra, la deportazione, l'orrore della morte. La dimostrazione che la politica è un mezzo per vivere bene, non il fine ultimo di un'ideologia”.
Il brano di apertura è “Bomboletta spray”, attualmente in rotazione radiofonica e disponibile su tutti gli store digitali: “si caratterizza per le chitarre corpose e potenti, basso e cassa in quarti e una voce asciutta e precisa. La canzone tratta il tema delle cosiddette "ronde private" e degli armamenti risicati, tra cui proprio le bombolette spray antistupro al peperoncino. La canzone è un'ironica e paradossale canzonatura di tutte le manifestazioni di pseudo-xenofobia tipiche di certi partiti politici e di certe figure pubbliche poco raccomandabili”,
La canzone è accompagnata dal videoclip, disponibile su Youtube. Ecco il link:

http://www.youtube.com/watch?v=dPnbNoaftlA

L’Ep si completa con il brano“I treni” (seconda traccia) e la titletrack “Dinecessitavvirtù”. Francesco Vannini è accompagnato alla batteria e alle percussioni da Francesco Prestigiacomo, al basso da Riccardo Romano, alle chitarre elettriche da Giuseppe Madonia e Fabio Rizzo. La produzione artistica è affidata a Fabio Rizzo produttore dell'etichetta discografica 800A Records (Pan del Diavolo, Black Eye Dog, VeneziA ed altri), e voce e chitarra degli Waines.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati