probably the best Italian band ever

Progetto nato nel 2013 a Bologna da un’idea di Massimiliano Raffa, definito «nuovo genietto del pop» (Extra!), e lanciato da Enrico Ruggeri sul palco del MEI di Faenza l’anno seguente, gli Johann Sebastian Punk annoverano tra i propri membri il bassista Pino Potenziometri (Simone Aiello), il tastierista. Nel 2014 hanno pubblicato l’album d’esordio “More Lovely and More Temperate”, accolto dalla critica come una dei migliori debutti italiani degli ultimi vent’anni. Primo finalista in lingua inglese nella storia delle Targhe Tenco (categoria “miglior opera prima”), l’album è stato definito «sbalorditivo per un esordiente» (Blow Up), «disorientante, folle, personalissimo, al di là di ogni possibile classificazione» (Rolling Stone) e in grado di «destrutturare e centrifugare l'impossibile in un folle disegno avvenieristico-retrò» (Rumore). Sovrabbondante ed esagerato, è un album capace di «abolire la mediocrità, rifiutare la moderazione, e riportare sotto mentite spoglie nella testa del pubblico l’antico fuoco che animò il rock’n roll» (Ondarock) che «se pubblicato in qualsiasi altro paese del mondo avrebbe fatto gridare al capolavoro» (Mescalina). Dal vivo la band accentua i toni musicali e teatrali, offrendo un potente e cabarettistico spettacolo in cui il progressive incontra il punk, la psichedelia incontra il noise e dove le regole della musica pop vengono sovvertite in un estenuante rito orgiastico.
Il 13 ottobre 2017 è uscito "Phoney Music Entertainment", il secondo mirabolante album.