Non si tratta solo di angoscia esistenziale o di insicurezze. Nemmeno di lamentarsi o di chiarire un punto di vista. Si tratta di andare a fondo, di tuffarsi dentro al proprio lato oscuro, nell’insofferenza, nel senso di annegamento, nelle tragedie che non riescono a trovare una spiegazione logica. Sono questi i temi che noi de Le Pietre Dei Giganti abbiamo scelto per il disco d’esordio.
Solamente scrutando negli abissi personali di ciascuno si potrà ritrovare una traccia di umanità sepolta, una luce ed una consapevolezza. ABISSI è il titolo del disco di esordio de Le Pietre Dei Giganti, in uscita per Overdub Recordings .

Nate nel 2016, Le Pietre Dei Giganti esordiscono a fine anno con un Ep autoprodotto, Fanno Male!, registrato in presa diretta al Boomker Sound di Firenze, in cui sperimenta un sound ruvido con largo uso di fuzz, frequenze basse e cantato in italiano.
Dopo la pubblicazione della recensione su Rockit, la band viene contattata e messa sotto contratto da Overdub Recordings e comincia a farsi conoscere con alcune date in Toscana ed in Piemonte, per poi chiudersi in studio ad agosto. Il disco d’esordio, in uscita a gennaio, è stato registrato presso il Monolith Recordings studio (Vitulano, BR) sotto la produzione di
Phil Liar (Karma Conspiracy Records). Recentemente, la band si è unita al roster del collettivo Fiore Sul Vulcano, importante realtà nel panorama live fiorentino. Tra le partecipazioni più importanti, si segnalano quella al Beat Festival di Empoli (Jump Rock Arena) e l’apertura ai Mars Red Sky (FR).