Indigo è il secondo LP dei New Adventures in Lo-Fi, progetto nato nel 2011 e attualmente localizzato tra Torino e Verona.

New adventures in lo-fi è una band torinese nata nel 2011.
Trainati da Enrico Viarengo (penna, voce e chitarra), i Nailf esordiscono autoproducendo l'ep Sleeveless days of june, una manciata di canzoni indie-folk all'insegna della bassa fedeltà come filosofia di vita.
Sentireascoltare.it lo definisce un ep di “ballate in missione dolcezza con retrogusto indolenzito”.
Senza una formazione fissa e grazie alla collaborazione e al contributo di amici e strumentisti della scena torinese,
i Nailf aprono i concerti di artisti internazionali come Woodpigeon (can), Seamus Fogarty (irl) e Rue Royale (uk/us).
Nel Febbraio 2013, dopo aver partecipato al tributo targato Ondarock ai Red House Painters,
esce l'ep Take Took Taken e la formazione si assesta.
I Nailf diventano un trio in bilico tra il piglio acustico cantautoriale e l'impatto elettrico debitore del rock alternativo anni ‘90.
Take Took Taken, caratterizzato da un sound americano e da picchi di volume e intensità, è apprezzato dalla critica e recensito dalle più importanti webzine italiane.
Il video ufficiale del singolo estratto, Something Missing, ottiene più di 10.000 visualizzazioni in pochi mesi.
Dopo l'uscita dell'ep, l'etichetta indipendente To Lose la Track coinvolge i nailf nel progettoThis is not a love song, musicassette illustrate che raccolgono cover internazionali reinterpretate dalle migliori band italiane.
Il gruppo intensifica l'attività live (condividendo il palco con artisti quali Albedo, Threelakes, Nadar Solo
e Gazebo Penguins) fino alla primavera 2014, che li vede impegnati come opening act dell’intero Tour ufficiale
italiano degli inglesi Delta Sleep.
Durante l'estate 2014 i Nailf si concentrano sulla pre-produzione del primo LP: So Far.
Indigo è il secondo album dei New Adventures in Lo-Fi, progetto nato nel 2011 e attualmente localizzato tra Torino e Verona. I testi sono quasi tutti di Enrico Viarengo, che canta e suona la chitarra. Michele Sarda suona il basso, Ettore Dara la batteria. Le canzoni le scrivono insieme, da un paio di anni, nel quartier generale di Dotto, a Torino. “Indigo” è stato prodotto, registrato, mixato e masterizzato da Michele Zamboni all’interno dello studio Dotto e in due piccole case nella provincia di Verona. Michele ha anche suonato qualche chitarra e synth nascosti qua e là.
Indigo è prodotto dalla stessa Dotto insieme a DreaminGorilla, È un brutto posto dove vivere e Floppy Dischi. Esce il 19 ottobre 2018. Contiene nove canzoni. Indigo è un colore, tra il blu e il viola, e una parola che suona bene. L’artwork dell’album è stato realizzato da Marco Fasoli.