Max Casacci ha invitato la RAI a inaugurare un canale dedicato alla musica indipendente

04/01/2018 15:29 di

In un'intervista rilasciata qualche giorno fa al Fatto Quotidiano, Max Casacci, fondatore dei Subsonica, produttore e attivo musicista in moltissime formazioni (dai Deproducers al progetto con Daniele Mana - aka MANA, Vaghe stelle - e Emanuele Cisi) ha invitato la RAI a pensare a un intero canale televisivo musicale con focus sulla musica italiana "capace di essere equilibrato nella proposta tra nomi affermati e nuovi protagonisti. Attento nel coinvolgere chi realmente si sta occupando, soprattutto nel web, della nuova musica".

La proposta arriva dopo una riflessione del musicista torinese proprio sulla situazione della presenza di musica nuova sui media tradizionali. Come ricorda Casacci "Sono stati cancellati programmi attenti alla musica indipendente" (ricordiamo la recente chiusura di King Kong, il programma radio di Radio Rai 1 a cura di Silvia Boschero), "proprio nel momento in cui la musica indipendente incomincia a spopolare".

Attualmente sui canali RAI è possibile fruire di alcuni momenti musicali (che non siano i talent o il festival di Sanremo) principalmente su RAI 5 nelle ore serali, anche se non è stato rispettata la promessa di mantenere aperto il programma Ghiaccio Bollente, pur senza la conduzione di Carlo Massarini. 

Nel mondo esistono diverse iniziative volte a promuovere la musica locale, basti pensare alla Francia, in cui alla radio è imposto di mandare una certa percentuale di musica nazionale sul totale del palinsesto. Sarebbe ora che il servizio pubblico impari a guardare alla nuova musica non come un fenomeno marginale ed effimero ma come il futuro della cultura nazionale.

Tag: rai tv

Commenti (1)

  • Adolfo Pacchioni 11/01/2018 ore 16:21 @pacchioniadolfo

    Grande Max! Aggiungerei "senza limiti di genere", perchè, essendo come te di Torino, conosco benissimo il pensiero unico sulla musica indipendente.

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati