Da moda passeggera a industria milionaria: nel 2017 si venderanno ancora più vinili

12/01/2017 12:22 di

Nonostante i tanti segnali positivi raccolti negli ultimi anni, in molti sono ancora diffidenti sul fatto che l’attenzione verso il vinile rimarrà così accesa anche in futuro. Secondo diversi artisti si tratta solo di una moda passeggera e alcuni studi hanno riportato che spesso l’appassionato che compra dischi poi non li ascolta per davvero e continua a prediligere le piattaforme di streaming.

Perplessità a parte, i risultati ottenuti dalla vendita dei vinili non vanno sottovalutati. Lo scorso settembre era stata pubblicata una ricerca del sito Research and markets che prevedeva un ulteriore slancio ma in pochi gli hanno dato credito, ora il sito del Financial times ha riportato un nuovo studio secondo il quale nei prossimi anni quella del vinile diventerà un’industria milionaria.

(via)

Secondo la ricerca condotta da Deloitte, presto si toccherà il tetto dei 40 milioni di vinili venduti e, per la prima volta dagli anni ’80, il guadagno raggiungerà il milione di dollari.

L’onnipresenza dei servizi di streaming ha reso la musica più accessibile per il consumatore e più facilmente raggiungibile” - commenta Paul Lee, direttore del settore tecnologico di Deloitte - “Nonostante questo, gli appassionati scelgono ugualmente di comprare qualcosa di tangibile e nostalgico, garantendo alle case discografiche dei ricavi significativi".

Secondo lo studio, il mercato musicale globale potrà valere più di 15 milioni di dollari e il 7% dipenderà proprio dalla vendita di vinili, giradischi e altri accessori. Lee, però, ci tiene a specificare che sarebbe sbagliato vedere nel vinile la vera risposta alla crisi discografica: “Il vinile avrà certamente un futuro, le prospettive sono interessanti sia a livello economico che estetico” - conclude l’esperto - “Ma non potrà mai diventare la principale fonte di profitto dell’industria musicale”.

(via)

Tag: vinili mercato discografico

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati