dax&gliultrasuoni Le cose che penso adesso 2011 - Pop, Indie, Easy-listening

Le cose che penso adesso precedente precedente

Toni naif e ambientazione metropolitana per l'album di esordio della band milanese Dax & gli Ultrasuoni. Da ascoltare senza troppe pretese e animo leggero.

Ritmi orecchiabili e, se inseriti nell'ambito giusto, anche ballabili. L'ascolto dell'album scorre via veloce, senza che rimanga impressa una particolare melodia o che una canzone emerga sulle altre, eccezione fatta per “La boccia dei pesci”, grazie a un ritmo in levare che si smarca dal pop swingato che colora il resto l'album. I testi sono sicuramente la parte più importante del disco: ricorre un sapore popolare, che riporta l'ascoltatore a tempi passati e sentimenti genuini, senza troppe sfaccettature né sfumature linguistiche; tante infatti le espressioni gergali, offerte senza mezzi termini, con un linguaggio schietto e qualche spunto di simpatia.

Ad un primo ascolto “Le cose che penso adesso” fa pensare ad atmosfere da festa paesana, ma ci si rende presto conto che il contesto è in realtà prettamente metropolitano, si veda “Sono arrivato presto” tutta dedicata a Milano. Si ascolta volentieri la nostalgica ballata “Per Elisa”, sinceramente romantica, mentre spunti più drammatici si ritrovano in “Per quello che vale”: “siamo carne, cenere e sangue, ci si scalda per niente, per niente si muore”. Tema portante dei testi dell'album resta comunque la vita quotidiana, descritta dettaglio dopo dettaglio.

“Le cose che penso” è in complesso un disco leggero, di facile ascolto, con buoni spunti, ma tanti limiti, uno su tutti la mancanza della canzone con la c maiuscola, quella che ti spinge a rimettere il disco nel lettore almeno una volta. Un'ultima annotazione interessante: il packaging dell'album è stato curato personalmente da Dax, voce e leader del gruppo: realizza oggetti di design in materiale di recupero, le prime 500 copie del disco sono quindi pezzi unici, rigorosamente handmade.

---
La recensione Le cose che penso adesso di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2012-03-15 00:00:00

COMMENTI (8)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • utente38027 9 anni Rispondi

    INDIAVOLATO E' CORNUTO PERSINO NEL NOME CHE SI E' SCELTO...

  • utente38027 9 anni Rispondi

    INDIAVOLATO E' CORNUTO PERSINO NEL NOME CHE SI E' SCELTO...

  • utente38027 9 anni Rispondi

    La colpa e' di indiavolato che abita a sola perche' e' lui stesso una sola.

  • utente38027 9 anni Rispondi

    La colpa e' di indiavolato che abita a sola perche' e' lui stesso una sola.

  • utente50710 9 anni Rispondi

    mi viene in mente il puzzle: lo fai per passare il tempo, per divertimento, magari coinvolgi gli amici e si passano serate spensierate. Non è fatto male strumentalmente parlando, però l'importante, per chi fa musica di questo livello, è che poi non vengano fuori con discorsi del tipo: ci hanno scartato a quel concorso, non abbiamo passato le selezioni per... abbiamo mandato il provino e non ci hanno risposto... è un ambiente marcio e corrotto, se non conosci tizio non ti cagano, è colpa dei verdena bla bla...

  • utente57088 9 anni Rispondi

    altro caso di " dimartiniteiotatoliana" con lievi sintomi di "carnetitedentiana" ma si sospetta una "brunoriosiantonettite" che e' quasi incurabile, la prognosi e' riservata.

  • PasottiDebora 9 anni Rispondi

    Esperienza personale :

    Sabato ero nei pressi di milano e sono finita in questo "posto"; suonava una band che non avevo mai sentito neppure nominare i "Dax & gli ultrasuoni", per carattere sono partita già scettica. Risultato è vero "ricorre un sapore popolare, che riporta l'ascoltatore a tempi passati e sentimenti genuini", sono canzoni semplici ma che ti mettonodi buon umore, allegre e di questo periodo austero di crisi e spesso grigio : ben vengano . Lasciano il gusto della leggerezza di una giornata primaverile, in cui il primo sole caldo ti rallegra la giornata .
    Incuriosita ho comprato il cd.... beh a questo punto devo dissentire dalla vostra opinione... il giorno dopo mi sono svegliata canticchiando il ritornello della boccia dei pesci , ma la canzone che forse non avra' la c maiuscola, ma è un piccolo tormentone in testa io l'ho trovata "c'e' sempre tempo "... il ritornello e' simpatico frizzante giovane divertente e mi trovo piu' volte a canticchiarla durante il giorno .
    Ho postato il video in fb e ho notato lo stesso effetto anche in altre persone... li trovo contagiosi !!
    Sicuramente il cd avrà dei limiti, ed è vero' non ho rimesso il disco nel lettore, ma perchè e' ancora li dopo 4 giorni e sono felice di ritrovarlo la mattina ad attendermi .. è perfetto in pendant con il sole... dede

  • PasottiDebora 9 anni Rispondi

    Esperienza personale :

    Sabato ero nei pressi di milano e sono finita in questo "posto"; suonava una band che non avevo mai sentito neppure nominare i "Dax & gli ultrasuoni", per carattere sono partita già scettica. Risultato è vero "ricorre un sapore popolare, che riporta l'ascoltatore a tempi passati e sentimenti genuini", sono canzoni semplici ma che ti mettonodi buon umore, allegre e di questo periodo austero di crisi e spesso grigio : ben vengano . Lasciano il gusto della leggerezza di una giornata primaverile, in cui il primo sole caldo ti rallegra la giornata .
    Incuriosita ho comprato il cd.... beh a questo punto devo dissentire dalla vostra opinione... il giorno dopo mi sono svegliata canticchiando il ritornello della boccia dei pesci , ma la canzone che forse non avra' la c maiuscola, ma è un piccolo tormentone in testa io l'ho trovata "c'e' sempre tempo "... il ritornello e' simpatico frizzante giovane divertente e mi trovo piu' volte a canticchiarla durante il giorno .
    Ho postato il video in fb e ho notato lo stesso effetto anche in altre persone... li trovo contagiosi !!
    Sicuramente il cd avrà dei limiti, ed è vero' non ho rimesso il disco nel lettore, ma perchè e' ancora li dopo 4 giorni e sono felice di ritrovarlo la mattina ad attendermi .. è perfetto in pendant con il sole... dede