< PRECEDENTE <
album The Crystal Dream Of King Octopus - Oktopus Provance

Oktopus Provance

The Crystal Dream Of King Octopus

2014 - Sperimentale, Rock, Psichedelico

RECENSIONE
18/07/2014

“The Crystal Dream Of King Octopus” è un concept album che racconta il viaggio onirico di un polpo blu chiuso dentro un acquario. L’attitudine è prettamente lo-fi, come si sente già dall’iniziale “Looking at the world from inside a bubble”, chitarre che si muovono su derive grunge e suoni grezzi che fanno da background alla storia che la band vuole raccontarci, proseguendo poi con “Dipping” e il suo incedere quasi misterioso, più freddo, brano che sperimenta suoni post-rock che tirano fuori a tratti la loro energia, nascondendosi subito dopo in fretta. “Food chains” naviga su chitarre dreamy e venature blues, basso circolare e concitato, fino a sentire echi prog che proseguono fino alla fine del brano, mentre “The great escape” sfodera la sua carica in un rock più sporco e ruvido.

Da segnalare “Infamous underwater outskirts” con la sua atmosfera malinconica impreziosita a tratti dall’armonica tenue, una sorta di marcia dove a dare il tempo è il basso cupo e la batteria leggera. “The scorpion fish prostitute” è la più faticosa da ascoltare, l’attenzione cala inesorabilmente negli otto minuti e passa, causa anche un procedere lentissimo, mentre “Back home” chiude i giochi con sentori di brit pop, e qui la bassa fedeltà della produzione si sente davvero tanto, iniziando a pesare un po’. Il fatto è che il disco di Oktopus Provance dura 50 minuti, che a tratti sembrano davvero infiniti, come se qualcosa si intoppasse sempre in un punto o in un altro dei brani. Tutti i brani, fatta eccezione per uno, non durano meno di sei, sette, otto minuti e se ci contiamo anche questo il lo-fi  che si sono scelti, questa combo rischia di fare acqua in diversi punti. C’è del potenziale e ci sono episodi ben fatti e piacevoli, ma serve più cura nei dettagli, troppo spesso lasciati a loro stessi in balia delle onde.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >