15/12/2015

Breve introduzione: i Mutonia nascono nel 2009 e oggi si definiscono come un "gruppo stoner rock italiano". A quanto pare, però, i generi attraversati in questi 6 anni sono stati diversi, includendo nel loro percorso anche punk italiano e alternative rock inglese.

Solo nel 2012 arrivano a identificarsi (cito dalla loro bio) nello "stoner rock anni '90, sound da cui sono nati". "Wrath of the desert" può quindi considerarsi, a tutti gli effetti, la prima opera del nuovo corso e, come ogni "esordio", mostra diversi difetti. A cominciare da quelle classiche ingenuità che rendono il sound ancora acerbo con soluzioni spesso scontate, nonostante tutti i riferimenti del genere siano comunque al posto giusto (sia che si tratti dei Kyuss piuttosto che Queens of the Stone Age o Alice In Chains). In qualche brano ("The prodigal son", "Lonely soul") trovano persino la giusta alchimia a livello di scrittura e arrangiamento, ma il punto è che ci paiono ancora troppo lontani dal poter esprimere una formula che faccia intravedere una personalità forte.

In definitiva, rimane ancora da lavorare per ottenere un suono che possa definirsi interessante.

---
La recensione MUTONIA - Recensione - Wrath Of The Desert di Faustiko Murizzi è apparsa su Rockit.it il 16/07/2019

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati