Samuel Katarro è il progetto solista di Alberto Mariotti avviato nel Maggio 2006. Già dal 1999 si esibiva in veste di chitarrista - cantante di alcuni gruppi dell’area pistoiese (Radio 85, Smirne, Korova), con i quali raggiunse ottimi risultati anche a livello nazionale grazie ad un repertorio inedito a metà tra new wave e noise-rock. L’idea iniziale del progetto Samuel Katarro è quella di unire la dimensione acustica scarna ed essenziale dei primissimi bluesmen e folksingers americani e la nevrosi di certa new wave americana degli anni ’70 (Pere Ubu, Devo, Talking Heads). Per Katarro la musica è una questione un po’ evangelica, un po’ patafisica ed un po’ gastrica…le sue liriche affrontano tematiche legate agli scritti biblici, all’assurdo,al caos,al masochismo e ai cessi chimici, ma sempre ricondotte al tema centrale della solitudine e dell’abbandono. Inizialmente partecipa ad alcuni concorsi in ambito locale ottenendo ottimi quanto inattesi riconoscimenti. Nel Novembre dello stesso anno vince l’edizione 2006 del Rock Contest organizzato da Controradio presentando i propri brani e ottenendo critiche molto positive sia da parte del pubblico che degli organizzatori del concorso, grazie ai quali ha la possibilità di suonare prima di Jon Spencer, Pere Ubu e Cristina Donà e salire sul palco di Italia Wave. Nel mese di Maggio 2007 registra una decina di brani presso lo studio Larione 10 di Firenze, che costituiscono lo scheletro del suo primo album“Beach Party”. In precedenza, il suo promo datato 2007 aveva ottenuto ottime recensioni e commenti molto positivi su importanti siti musicali nazionali (Rockit, Kalporz) e su note riviste musicali cartacee, tra cui XL di Repubblica che lo inserisce all’interno della rubrica “Fame” nel numero di Ottobre 2007. Nel maggio 2008 esce “ Il dono”, album tributo ai Diaframma di Federico Fiumani, al quale Samuel partecipa incidendo una versione roots-rock di “Diamante grezzo”. Nel Novembre 2008 viene pubblicato da Angle Records il suo album d’esordio “Beach Party” co-prodotto e mixato da Marco Fasolo dei Jennifer Gentle. Il disco, che riceve ottime recensioni su diverse riviste specializzate (XL, Il Mucchio, Blow Up, Rumore, Rocksound….) è distribuito nei negozi da Audioglobe e scaricabile sul web da Itunes e The Orchard. Anche il rocker gallese Julian Cope si innamora di “Beach Party” e lo recensisce ottimamente sul suo sito ufficiale. Dopo numerose date in giro per l’Italia torna sul palco di Italia Wave nel luglio 2009, in quell’ occasione esegue la cover dei Creedence Clearwater Revival “Green River”, che verrà successivamente inserita nella compilation “1969-2009: omaggio a Woodstock”, distribuita in allegato alla rivista XL. Nel Settembre dello stesso anno Samuel incontra Patti Smith al teatro del Sale di Firenze, ricevendo numerosi complimenti dalla “sacerdotessa del rock” in persona. Pochi mesi dopo, in occasione del MEI di Faenza, arriva anche il premio “Fuori dal Mucchio” che consacra “Beach Party” come miglior album italiano d’esordio. Per Aprile 2010 è prevista l’uscita del suo secondo album “The Halfduck Mystery”, registrato tra Dicembre e Gennaio al Bunker Studio di Rubiera.