Dico a tutti così: l'album di Roberta Carrieri 
ROBERTA CARRIERI

Clown trampoliera, performer in installazioni, vestita da Barbie fetish in una confezione trasparente, con ostensorio e gomma da masticare in bocca, al limite della provocazione, immobile per ore, addormentata in una valigia rossa come la bambolina di porcellana di un carillon, ama trasformarsi ma soprattutto cantare e scrivere canzoni. Roberta Carrieri viene da una forte esperienza teatrale e performativa (Teatro Kismet O.perA., Quarta Parete) e questo suo continuo lavorare con le immagini si traduce in una scrittura visiva in cui le parole, usate in modo evocativo e non narrativo, dipingono sensazioni in maniera molto personale, a tratti onirica. Una voce da non dimenticare, personale e potente, trascinatrice e ironica, si inerpica in vorticosi vocalismi da vertigine oppure delinea melodie facili da ricordare ma allo stesso tempo raffinate. Dal vivo porta questa teatralità, non eccessiva, semplicemente accennata che le è peculiare. Spesso da sola, voce e chitarra, con la semplicità che le è propria arriva al pubblico in maniera diretta con una schiettezza disarmante. Canta le sue canzoni che sono pagine di diario, come raccontasse un segreto, ad alta voce o sussurrandolo; a volte invece sono storie immaginate, personaggi che nel suo trasformismo, ama indossare. Roberta Carrieri è anche la voce dei Fiamma Fumana, uno dei gruppi più importanti di World Music Italiana. Con loro ha cantato nei più prestigiosi teatri e festival in Europa, Stati Uniti e Canada e ha partecipato al film documentario “Di Madre in Figlia” prodotto da Davide Ferrario, in anteprima al Toronto Film Festival nel 2008 e presentato poi al Torino Film Festival. Numerose sono anche le collaborazioni con altre realtà musicali, tra queste la partecipazione al disco Maledette Canzoni di Giangilberto Monti (un tributo ai maudits francesi), la performance di interazione fra disegno e musica dal titolo “Tres!” col disegnatore Davide Toffolo (Tre Allegri Ragazzi Morti) e la partecipazione, con la sua versione della bellissima “Labbra Blu”, a “Il Dono”, tributo ai Diaframma prodotto da Federico Fiumani. DICO A TUTTI COSI' Il Cd d'esordio come solista di Roberta Carrieri Dico a tutti così (X-Beat/Goodfellas) è un disco malinconico. Roberta Carrieri ci racconta i suoi segreti come leggesse il suo diario sottovoce o gridando. Dice a tutti così, vince la timidezza e ci parla di sé ma anche di storie immaginate o desiderate... Così desiderate da togliere il sonno. Ermetico, ironico a tratti così sincero ed esplicito da essere disarmante, Dico a tutti così raccoglie le canzoni più significative di questa cantautrice barese un po' girovaga che canta di solitudini e di partenze ma anche di amori difficili da raccontare, a volte saffici. Sono “canzoni dell'angolino”, trovate negli angolini polverosi in cui ci si rifugia dopo il lungo viaggio che ci ha portati lontano dal posto dove siamo nati, lì dove c'era il sole e c'era il mare. Molti gli ospiti in questo disco in cui ognuno ha voluto lasciare un contributo amichevole: un romantico banjo suonato da Cesare Basile ( anche all'armonica a bocca e al dobro), i violini affilati di Rodrigo d'Erasmo, le chitarre elettriche inconfondibili di Lorenzo Corti, come anche di Giuseppe De Trizio e di Davide Toffolo, la tromba di Cesare Dell'Anna, il violoncello di Ale Branca e il duetto con Mauro Ermanno Giovanardi in Foglie, il tutto legato dal pianoforte di Matteo Curallo che ha anche curato gli arrangiamenti. Un disco che suona come una dichiarazione d' amore, ma attenti a crederci perché Roberta Carrieri “dice a tutti così”! Resta comunque una dolce illusione in cui sciogliersi, vera e immaginata, come le storie che racconta. Track list Vorrei Mia madre Angolino Se potessi Foglie Bianca Non ci sei mai Sereno di pioggia Tu che sei Spalanca Angelo bianco dagli occhi cerchiati Dico a tutti così Prodotto da Roberta Carrieri e X-Beat con la partecipazione di Stefano Cesca
Arrangiato da Matteo Curallo, tranne Vorrei arrangiato da Lorenzo Corti
Registrato al “Carezza studio” da Matteo Curallo e Luca Recchia
Mixato da Stefano Cesca (Ligabue, Delta V, Cristina Donà, Neffa) presso “M8 Squat Recording” e “Infaccia Recording Studio” di Walter Marchesoni
Masterizzato all‘Optimum Mastering Studio, Bristol da Shawn Joseph Formazione Roberta Carrieri: voce, chitarra acustica
Matteo Curallo (Modho, Luca Morino, Bloom 06): pianoforte, chitarre, basso, programmazioni
Luca Recchia (Cesare Basile, Amor Fou): basso
Lucio Sagone (Gatto Ciliegia, Franklyn Delano): batteria Collaborazioni Cesare Basile: banjo in Angolino, dobro in Se potessi, armonica a bocca e chitarra acustica in Sereno di pioggia
Lorenzo Corti (Cristina Donà, Delta V, La Crus): chitarra elettrica in Spalanca, Se potessi, Sereno di pioggia, Vorrei 
Rodrigo d’Erasmo (Cesare Basile, Afterhours): violino in Se potessi
Davide Toffolo (Tre Allegri Ragazzi Morti): chitarra elettrica in Tu che sei
Giuseppe Detrizio (Teresa De Sio, Raiz): chitarra acustica in Angelo bianco dagli occhi cerchiati
Cesare dell’Anna (Opa Cupa,Tax Free, Negramaro): tromba in Spalanca
Simone Martorana (Folkabbestia): chitarra elettrica in Bianca
Matteo Livraga (Cisco): violino in Angelo bianco dagli occhi cerchiati, Angolino, Mia madre, Non ci sei mai
Ale Branca: violoncello in Mia madre
il duetto in Foglie è con Mauro Ermanno Giovanardi (La Crus) Progetto grafico: HYPERLINK "http://www.casamedusa.com/medusadesign/index.htm" CasaMedusa.com/Medusadesign
Foto: Lucia Meazza per HYPERLINK "http://www.stereodinamica.it/" Stereodinamica.it
Makeup: HYPERLINK "http://www.simonag.com/" SimonaG.com INFO E CONTATTI Ufficio stampa e management X-Beat info@xbeat.it www.myspace.com/xbeatufficiostampa info@robertacarrieri.com www.robertacarrieri.com myspace.com/robertacarrieri