les Fleurs des Maladives MEDIOEVO! 2013 - Cantautoriale, Rock, Alternativo

MEDIOEVO! precedente precedente

Riff decisi ed esagerati, di quelli che spaccano in quattro le canzoni

Les Fleurs Des Maladives hanno un amore incondizionato per riff decisi ed esagerati, di quelli che spaccano in quattro le canzoni. Un po’ la formula che nella seconda metà degli anni Novanta aveva messo in soffitta le Fender Jaguar dei gruppi grunge preprando il terreno per i futuri (e di breve durata) eroi del nu metal.

L’atmosfera generale di “Medioevo” è decisamente energica, avvicinandosi ai lavori dei Ministri. “Vittime della moda” ha una chitarra potentissima che vale per tre e un ritornello appiccicoso che vale un hashtag, nel bene o nel male (“Uccidi la tua noia”). “Sindrome post-Vietnam” aumenta il carico di watt con una serie di stop and go che fanno il loro dovere, specie ad alti volumi.

Non sempre la band convince. “Ennio” è una sbrodolata di riff e assoli che se li sentisse Morricone non la prenderebbe con sportività. La canzone che dà il titolo al cd è poi esemplificativa di un disco ben fatto ma a volte troppo furbo: lo schema voce melodica-chitarra cattiva è una soluzione che, priva delle dovute cautele e della necessaria ispirazione, rischia di bruciare le intenzioni. Ci sono molti muscoli ma pochi ritornelli che lasciano il segno, con la voce che segue la successione di accordi senza cambiare mai i destini dei brani (come farebbe invece un Chino Moreno dei Deftones, per intenderci). I Les Fleurs Des Maladives sanno suonare ma non sanno sorprendere. E questo è un peccato per un album, “Medioevo”, carino ma non memorabile.

---
La recensione MEDIOEVO! di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2013-12-17 00:00:00

COMMENTI (2)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • apnearecords 8 anni Rispondi

    gran bel disco! ..ma il nu-metal che c'entra? o.O'

  • lfdm 8 anni Rispondi

    grazie per la rece! ;)