Dieci notizie per raccontare la musica del 2016

26/12/2016 09:29 di

Il 2016 volge al termine ed è stato sicuramente un anno importante e movimentato. Dopo avervi proposto una sintesi dei contenuti più letti, dei dischi e delle canzoni più importanti, ecco un riassunto delle dieci notizie che hanno davvero segnato questi 12 mesi così ricchi di cambiamenti. 

 

Gennaio: la Technics ha reintrodotto il mitico giradischi 1200 

L’ha annunciato ufficialmente al Ces di Las Vegas, la più importante fiera della tecnologia e dell'elettronica di consumo. Il brand giapponese aveva fermato la produzione nel 2010 creando non pochi malumori, ora il giradischi è tornato sul mercato. (leggi la news)

 

 

Febbraio: Morricone vince finalmente il suo primo l’Oscar

Il Maestro Ennio Morricone ha vinto l'oscar per la miglior colonna sonora originale del film "The Hateful Eight" di Quentin Tarantino. La statuetta arriva dopo 6 nomination e un premio alla carriera ed è stata consegnata al Maestro dal compositore Quincey Jones(leggi la news)

 

 

Maggio: Manuel Agnelli è il nuovo giudice di X Factor

Il leader degli Afterhours entra a far parte della giuria del noto talent televisivo. Insieme a lui Fedez, Arisa e Alvaro Soler. Una notizia che ha generato molti dibattiti, e che ha segnato simbolicamente la fine della separazione tra indie e mainstream (leggi la news).

 

 

Giugno: Carlo Conti viene nominato nuovo direttore artistico di Radio Rai

Annunciato il 9 settembre dal direttore generale Antonio Campo Dall'Orto, il noto presentatore televisivo - già direttore artistico del Festival di Sanremo - diventa il responsabile della programmazione della radio pubblica italiana. Decide di rivoluzionare le tre radio pubbliche cancellando dal palinsesto programmi storici, salvo poi tornare indietro anche a causa delle moltissime proteste avanzate dagli ascoltatori. (leggi la news)

 

 

 

Giugno: 50 milioni di euro all'anno per la musica italiana: viene presentata la proposta di legge alla Camera 

Secondo la proposta presentata dall'On. Rampi (PD), tali risorse sarebbero destinate a molteplici attività di supporto a tutta la filiera del settore musicale: dal finanziamento per la ristrutturazione o la costruzione di nuove strutture per la musica dal vivo al finanziamento di concerti e alla revisione della normativa fiscale relativa alla musica dal vivo in Italia. La proposta non è ancora stata approvata, ma confidiamo nel 2017. (leggi la news)

 

 

Luglio: Fabio Rovazzi raggiunge il disco d'oro solo con lo streaming

“Andiamo a comandare” di Fabio Rovazzi è stata la prima canzone italiana in assoluto ad ottenere il disco d’oro solo grazie allo streaming e alle visualizzazioni di YouTube. Ad oggi il brano è diventato quattro volte disco di platino e ha superato abbondantemente i 105 milioni di visualizzazioni. (leggi la news)

 

 

Luglio: Jack White è il primo musicista ad aver fatto suonare un giradischi nello spazio

Sembrava solo una trovata pubblicitaria, invece è accaduto realmente: Jack White è il primo musicista in assoluto che ha fatto suonare un vinile nello spazio. Il brano in questione è “Glorious Dawn”, una particolare traccia pubblicata dalla Third Man nel 2009 che trasforma in musica una breve lezione dello scienziato Carl Sagan. (leggi la news)

 

 

Ottobre: Bob Dylan vince il Nobel per la letteratura

Il cantautore ha ricevuto il premio "per aver creato delle nuove espressioni poetiche all'interno della grande tradizione della canzone americana”. Dopo aver annunciato di non poter ritirarlo fisicamente, creando non poche polemiche, Dylan ha inviato una lettera di ringraziamento a dir poco commovente. (leggi la news)

 

 

 

Novembre: il servizio delle Iene sul secondary ticketing provoca un terremoto mediatico

Nonostante non fosse certo un mistero che potesse esistere un legame tra le principali agenzie che organizzano concerti e i siti di secondary ticketing, dopo il servizio andato in onda su Italia 1 si è alzato un polverone mediatico considerevole e con conseguenze piuttosto importanti: Vasco Rossi ha deciso di abbandonare Live Nation e il governo ha introdotto una nuova legge anti-bagarini. (leggi la news)

 

 

Ci hanno lasciato David Bowie, Prince e Leonard Cohen

Il 2016 è sicuramente stato un anno davvero pesante per il mondo della musica. A partire dal 10 gennaio - giorno in cui è mancato David Bowie - durante questi dodici mesi abbiamo dovuto dare notizia della morte di molti nomi che hanno scritto capitoli importanti della storia della musica moderna. A partire da Maurice White degli Earth, Wind & Fire, fino a George Martin, Leonard Cohen o Prince, l’elenco purtroppo è lungo. (leggi la news)

 

Tag: top 2015

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Perché "Brunori a teatro" non è solo un altro concerto di Brunori Sas